Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 36° GITA – Giovedì 5 ottobre Alpe Sattal da Alagna (VC)

Inizio: Giovedì, 05 Ottobre 2017, 0:00

Fine: Giovedì, 05 Ottobre 2017,

 

 


 

36° GITA – Giovedì 5 ottobre

Alpe Sattal da Alagna (VC)

Ritrovo: Stadio ore 6.15; partenza ore 6.30.

Fermate: Cimitero Azzate ore 6.45

Mezzo di trasporto: Pullman.

Difficoltà: E

Tempo di percorrenza: Salita ore 2.30 – discesa ore 2.00.

Dislivello: 850 m.

Tipo d’escursione: Andata e ritorno.

Equipaggiamento: Di media montagna, scarponi, consigliati i bastoncini.

Accompagnatori: Bellarmino Zambon – Gennari Cristiana

Quote: Soci 18.00 €; non Soci 26.00 €

Percorso stradale: Varese – Azzate – Autostrada A26 – Uscita Romagnano Sesia – Varallo Sesia – Alagna Valsesia – Frazione Ronco.

Itinerario escursione: Lasciato il bus si attraversa un ponte sul fiume Sesia e si sale fino alla fine della strada asfaltata. Il sentiero n. 9 inizia alle spalle delle ultime abitazioni e sale deciso per buoni tratti a gradoni attraversando le belle case Walser di Ronco e di Ronco Superiore. Dopo un’ora e trenta di buona salita, la vegetazione si dirada ed il sentiero costeggia un ruscello che scorre alla nostra destra, lo attraversiamo e raggiungiamo il bivio per l’Alpe Campo (m. 1928). Si consiglia una visita a questo alpeggio, un piccolo gruppo di case in pietra appoggiate su di un’ampia distesa di prati, protetto dalla Cappelletta di Sant’Umberto, patrono dei cacciatori. La porta della Cappelletta è un pezzo di storia, infatti è la prima porta della Capanna Margherita, inaugurata nel 1893. Nelle vicinanze c’è anche una piccola baita, Rifugio del CAI di Alagna. Lasciando l’Alpe Campo ed il suo laghetto alle nostre spalle, riprendiamo il sentiero, sempre più ripido, che in circa un’ora di cammino ci porterà alla nostra meta, l’Alpe Sattal. Particolarità della nostra meta è anche la presenza di Giuseppe che, a costo di enormi sacrifici, ma sorretto dalla forza del credere in quello che stava facendo, ha realizzato quello che lui ha definito essere il suo “sogno” e che è diventato anche lo slogan del suo Bed and Breakfast “ospiti di un sogno”. La passione per la montagna ha fatto sì che sia riuscito a concretizzare in una accogliente ed efficiente struttura quello che si è dimostrato non essere solo un “sogno”. Dall’Alpe, che si trova alle pendici del Monte Tagliaferro (m. 2964) e del Corno Mud (m. 2802), vediamo ad ovest il Monte Rosa con la Capanna Margherita e a sud il Corno Bianco (m. 3320). Il paesaggio è unico e si può ammirare un incantevole panorama a 360o. Il ritorno sarà per lo stesso sentiero di salita.

 

Seniores