Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 Ciaspolando in Appennino: Pietra di Bismantova mt.1040 e Sorgenti del Secchia mt.1510

Sabato, 24 Febbraio 2018, 7:00

Domenica, 25 Febbraio 2018

 Luogo  : Appennino Emiliano - RE

 

 


 

La gita si svolgerà in due giorni. Partenza sabato mattina (in bus se si raggiungerà il numero minino di partecipanti) e prima tappa a Castelnovo Ne’ Monti (RE) dove daremo la scalata alla Pietra di Bismantova, curiosa formazione rocciosa che si erge dalle colline come un monolito.

Dall’abitato di Castelnovo Ne’ Monti si segue la strada statale in direzione Reggio Emilia fino ad imbattersi, sulla sinistra, alla salita per la pieve. Al termine degli edifici si prosegue su una stradina che termina in località Case Pattino. Si supera una casa isolata procedendo fino ad un bivio. A sinistra, sempre seguendo il segnavia n. 697 si aggira un promontorio piatto. Costeggiando il pianoro sul lato Sud in vista della parete rocciosa si piega a destra cominciando a risalire il pendio tra arbusti e detriti. Trascurando la deviazione per la via ferrata si sale sempre su ripido pendio tra massi rocciosi al limitare del bosco. Sfruttando alcune fessure nella roccia si arriva all’ampio pianoro sommitale da cui si domina la pianura circostante.

Ci sono numerosi itinerari per salire o compiere il periplo della montagna. Sul posto, si valuterà l’itinerario migliore in funzione delle condizioni di innevamento.

Ripreso il bus, in circa un’ora si raggiunge il Passo del Cerreto dove pernotteremo con trattamento di mezza pensione. L’indomani, dopo colazione, punteremo alle sorgenti del fiume Secchia. Si aggira l’albergo seguendo il sentiero n. 00 tra boschi di faggi, aggirando il monte Ospedalaccio e il successivo ampio pratone che termina in corrispondenza del cippo napoleonico. Si seguono le indicazioni del sentiero n. 67 GEA (Grande Escursione Appenninica) tagliando il pendio in direzione Nord Est, superando una sorgente. Il bosco è adesso una stupenda faggeta che ci accompagnerà fino al grande circo glaciale che ospita le sorgenti del fiume Secchia.

A seconda delle condizioni di innevamento è possibile proseguire fino alla vetta proseguendo dalle sorgenti lungo il ripido versante con numerosi tornanti fino alla cresta sommitale dove sono poste alcune funi di acciaio per superare un tratto esposto. Sempre su crinale ma con pendenze più dolci si supera l’anticima e una selletta prima di toccare la vetta molto panoramica.

  • Ritrovo e partenza ore: piazzale Foresio ore 7.00
  • Viaggio: in autobus
  • Quote partecipazione: in definizione (indicat. 100€ ca.)
  • Difficoltà: EAI
  • Dislivello: Sal/Disc Primo giorno 340 mt, secondo giorno 300 mt.
  • Tempo di percorrenza: Sal/Disc Primo giorno ore 2 ca – secondo giorno ore 3 ca
  • Attrezzatura e abbigliamento: Da escursionismo di bassa montagna in ambiente invernale innevato con ghette, ciaspole, occhiali da sole. Artva, pala e sonda.

Attenzione: iscrizioni anticipate ai giorni 26 e 30 gennaio e 2 febbraio accompagnate da caparra.

 

 

 

 Contatto : Fabio Canali

Escursionismo