Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 LAGO E COLLE DELLA VECCHIA mt.2187 - Possibile traversata su Gaby - Valle di Gressoney

Domenica, 20 Maggio 2018, 6:00

 Luogo  : Piedicavallo, mt. 1037, valle Cervo (BI)

 

 


 

La nostra escursione si sviluppa nell’alta Valle del Cervo, una splendida valle inserita tra la Valsesia e la valle di Gressoney.  Si parte Piedicavallo (che deve probabilmente il nome al fatto che è l’ultimo centro abitato della valle al quale si accede a cavallo), dove alla fine di Via Roma, nella Piazza dei Cravi (piazza delle capre) si trovano le prime indicazioni per il sentiero E50 e per il Rifugio della Vecchia. Superata Via della Vecchia si imbocca il sentiero, nel bosco per la prima mezz’ora, che da secoli permette il passaggio dal versante Biellese della Valle del Cervo al versante valdostano della valle del Lys. Si percorre il sentiero lastricato fino ad arrivare ad un bivio, con una chiesetta, e qui si tiene la destra. Lungo il percorso si incontrano della meravigliose baite fino al Casolare di Rosei. Una volta superato il bosco, davanti a noi la Valle del Cervo, con il torrente omonimo, il monte Cresto e il rifugio Lago della Vecchia in lontananza. La pendenza è costante e la mulattiera si presenta a tratti  rocciosa e a tratti ben lastricata, contornata da diverse sassaie. Giunti al bivio con l’E51, si prosegue seguendo l’E50, fino alla Vecchia Inferiore con i suoi ruderi. Un ultimo tratto erboso e si raggiunge il rifugio, una baita in perfetto stile locale, interamente in pietra con l'interno rivestito in legno, dalla quale si gode un ampio panorama verso valle. Da qui, a sinistra del rifugio, un sentiero lastricato conduce al lago della Vecchia (1878 mt), ove origina il torrente Cervo, e attorno  al quale si narrano svariate leggende d’amore.  Nei pressi del lago si può vedere la famosa incisione nella roccia, voluta da Federico Rosazza nel 1877, senatore del Regno d’Italia, raffigurante una vecchia signora e il suo fedele orso (animale simbolo di Biella). Dopo aver ammirato questo specchio lacustre di origine glaciale, un tempo assai pescoso, si riprende il cammino percorrendo il sentiero D50, molto ben visibile e segnalato. Salendo si incontra una roccia scavata a forma di nicchia che fu fatta costruire sempre da Federico Rosazza nel 1876 per fare in modo che i pellegrini trovassero riparo nella giornate di pioggia. In circa 40 minuti si arriva al Colle della Vecchia a metri 2185 s.l.m. in Valle D’ Aosta. Dal colle, per il percorso di discesa, si valuterà l'alternativa, in base al numero dei partecipanti e alle condizioni del terreno: compiere una traversata raggiungendo Gaby (precisamente la frazione di Zendelabaz) nella valle di Gressoney,

Un’escursione interessante dal punto di vista paesaggistico ma soprattutto culturale.

 

  • Ritrovo e partenza ore: piazzale Foresio ore 6.00
  • Viaggio: in autobus
  • Quote partecipazione: soci € 22, non soci € 30 + Autobus locale € 3
  • Difficoltà: EE
  • Dislivello: Sal/Disc. 1148 mt.
  • Tempo di percorrenza: Sal/Disc.  3.30h–3h ca
  • Informazioni e iscrizioni presso: Antonella Ossola, Daniela Girola, Edoardo Verrengia
  • Attrezzatura e abbigliamento: Da escursionismo per ambiente di media montagna adeguato alla stagione - Possono essere utili ramponcini - probabile presenza di neve.

vecchia 1vecchia 2

 

 


 Contatto : Antonella Ossola, Daniela Girola, Edoardo Verrengia

Escursionismo