Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 24 GITA – Giovedì 12 luglio Cima della Laurasca (2193 m) (Intermedia rif. Scaredi) (VB)

Giovedì, 12 Luglio 2018, 0:00

 

 

 


 

24 a GITA – Giovedì 12 luglio

Cima della Laurasca (2193 m) (Intermedia rif. Scaredi) (VB)

Ritrovo: Cimitero di Azzate ore 6.15; partenza ore 6.30.

Mezzo di trasporto: Auto proprie

Difficoltà: E

Dislivello: salita e discesa 950 m.

Tempo di percorrenza: Salita e discesa 6.00 ore.

Tipologia: Andata e ritorno.

Equipaggiamento: Di media montagna, scarponi, consigliati i bastoncini.

Accompagnatori: Castoldi Valter – Pallaro Sergio

Quote: Soci € 18.00; non Soci € 26.00

Gita con possibilità di sosta intermedia al rif. Scaredi.

Percorso Stradale: Azzate – Vergiate -  Autostrada A26 per Gravellona – Uscita Masera poi su statale della Val Vigezzo fino a Malesco poi seguendo la strada per Finero, circa trecento metri dopo la piazza della chiesa si prende la strada per la Val Loana – Dopo circa 5 km si arriva in località Fondo Li Gabbi (m. 1256) dove si posteggia l’auto.

Descrizione itinerario: Lasciata l’auto si prosegue in piano sulla strada sterrata fino ad arrivare ad un bivio. A questo punto si scende al ponte, si attraversa il torrente Loana deviando a sinistra per immettersi sul sentiero che inoltra nella valle parallelo al fiume. La mulattiera che si percorre tocca la zona delle “Fornaci” dove il proprietario del luogo (Giuseppe Bergamaschi) se saremo fortunati, racconta la storia per la produzione di calce, carbone e ferro che serviva tutta la valle. Si entra quindi nel bosco rado continuando a salire sulla “scalata”. La scalinata prosegue addentrandosi nella vegetazione di arbusti ed ontanelli fino ad una lunga diagonale che porta all’Alpe Cortenuovo (m 1792) da dove in una quindicina di minuti si arriva all’Alpe/Rifugio Scaredi (m 1842) dove è fissata la possibilità di “Sosta intermedia” per chi non intende effettuare la salita (350 m circa di dislivello abbastanza impegnativi). Dopo una sosta e per chi vuole salire in vetta, ci si sposta sulla sinistra seguendo un bel sentiero lastricato, tralasciando sulla destra una pista ben evidente che porta al Cimone di Straolgio. Si supera una zona con piccoli laghetti, si devia leggermente a sinistra per un contrafforte roccioso seguendolo sino al termine. S’incontra quindi la pista del sentiero Bove che porta alla Bocchetta di Campo dove sorge lo storico rifugio. Invece, per raggiungere la cima della Laurasca ci s’innalza ancora pochi metri sulla destra per proseguire su un tratto più pianeggiante e si devia a sinistra per risalire su ripide tracce la nervatura che scende dalla vetta. Per sfasciumi e rocce rotte si esce sulla cuspide sommitale dove si trova la croce di vetta (m 2193) La discesa viene effettuata lungo lo stesso itinerario della salita.

 

Seniores