Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 Anello di Gaiola (VCO)

Giovedì, 06 Settembre 2018, 0:00

 

 

 


 

GITA – Giovedì 06 SETTEMBRE

Anello di Gaiola (VCO)

Ritrovo: Stadio ore 6.30; partenza ore 6.45

Fermata: Cimitero Azzate ore 7.00

Mezzo di trasporto: Pullman

Difficoltà: E

Dislivello: 950 m. 

Tempo di percorrenza: Salita 3.00 ore; discesa 2.00 ore.

Tipologia: Anello

Equipaggiamento: di media montagna, necessari gli scarponi, consigliati i bastoncini.

Lunghezza del percorso: 12 km

Accompagnatori: Plebs Alfonso - Zambon Bellarmino

Quota: Soci € 17.00; non Soci € 25.00.

Percorso stradale: Varese – Azzate – Vergiate – Percorrere la A26 sino a Gravellona Toce, proseguire sulla S.S. 33 del Sempione sino all’uscita Crodo – Val-Formazza. Si imbocca la SS 659 della Valle Formazza; dopo aver attraversato l’abitato di Crodo, prima di giungere a Baceno, sulla sinistra si stacca una strada con indicazioni Cravegna-Viceno, superato l’abitato di Cravegna proseguire per raggiungere il rione di Campiero da cui parte il sentiero.

Descrizione itinerario escursione: A Campiero sul muro di fianco alla fontana, un cartello indica il sentiero per il Monte Cistella Rif. Leoni, ci incamminiamo in questa direzione e tra sentiero prima e un bella mulattiera dopo giungiamo in località al Mot (1270 m.). Proseguendo incontriamo una cappella da cui parte il sentiero per Garina Superiore, e continuando a risalire i ripidi prati raggiungiamo il pianoro di Voma (1350 m.). Il sentiero si fa più ripido fino a raggiungere le baite di Prepiana Sopra (1503 m.). Oltrepassate le baite si risale nel fitto bosco fino a raggiungere una prima deviazione per Deccia e, successivamente, il vecchio rifugio da tempo chiuso. Pieghiamo a destra e raggiungiamo il Fontanone da cui prende avvio il sentiero che con alcuni saliscendi attraversa il bosco per sbucare sullo splendido Piano del Busin Cròs da cui prende avvio il sentiero per il Monte Cistella, conosciuto come la via “Tecch”, adatto solo agli esperti conoscitori del 

luogo che non soffrano di vertigini. Poco più avanti troveremo Deccia Sopra (1694 m.) da cui attraversando la strada asfaltata prenderemo il sentiero che entra nel bosco e si dirige su ripido pendio fino a giungere all’alpeggio di Booch dove si trovano le indicazioni per Esigo e Deccia. Continuiamo a scendere fino a giungere a un pianoro su cui sorge l’Oratorio di Salera datato 1729. Qui ha termine l’antica strada della Via Crucis che, partendo da dietro le case della piazzetta di Cravegna, si sviluppa con salita regolare con tutte le sue sedici cappelle per raggiungere l’oratorio a quota 1195 m. Il sentiero costituisce il tratto iniziale della “Veia di squetar”. Era l’antica via percorsa dalle mandrie che da Cravegna venivano condotte al pascolo nelle praterie di Devero. Sempre in discesa giungiamo in località del Fracc prima e Scarpiola dopo, fino a trovare le condotte forzate del bacino di carico dell’Enel poco sopra Cravegna per poi raggiungere Campiero da cui è partita la nostra gita

 

Seniores