Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 Alpe Devero: Da Devero (1630 mt.) alla Scatta Minoia (2599 mt.) e ritorno a Goglio.

Domenica, 23 Settembre 2018, 6:30

 Luogo  : Alpe devero e Goglio (VB)

 

 


 

Il valico della Scatta Minoia, già itinerario segnalato agli inizi del Novecento, prende il nome da una famiglia di mercanti di Baceno che importavano il sale da Salisburgo e lo vendevano al mercato di Ernen: il valico serviva da collegamento tra il passo San Giacomo e l’Albrunpass (la “via trasversale” dell’Arbola). Sul valico è collocato il bivacco “Ettore Conti” che può servire da ricovero di fortuna. Il tratto di sentiero che percorreremo fa parte della tappa 3 del tour “Alpeggi senza Confini” (dal Devero al lago Vannino), un percorso inserito nell’ambito di un progetto in collaborazione tra Italia e Svizzera volto alla valorizzazione di tutti gli aspetti della cultura e dell’ambiente alpino tra l’Alpe Veglia e Airolo, passando appunto dall’Alpe Devero.

La partenza per l’escursione avverrà dall’Alpe Devero che raggiungeremo con l’autobus navetta, dopo aver lasciato il nostro bus a Baceno, mentre al ritorno scenderemo fino a Goglio dove ci attenderà il nostro bus. In caso si dovesse ripiegare sulle automobili per scarsa partecipazione, partenza e arrivo saranno dall’Alpe.

Il primo insediamento che si incontra, proprio all’ingresso dell’alpe si chiama Ai Ponti, da qui si raggiunge Canton, attraversando la meravigliosa piana prativa a lato del torrente Devero. Si sale fino a Vallaro e, di nuovo in piano, si raggiunge l’abitato di Crampiolo. Davanti alla chiesa si prende la pista trattorabile che sale alla dighetta e costeggia il Lago di Devero o Codelago. In fondo al lago si incontra un baitello (Spygher). Qui si abbandona la pista e si segue un ripido sentiero che raggiunge una splendida valletta pianeggiante ricca di marmotte (chiamata abitualmente Valle delle Marmotte). Si prosegue fino a rincontrare la pista trattorabile che ora si segue e che con ripidi tornanti porta all’Alpe Forno inferiore (dove in estate viene prodotto il formaggio Bettelmat). Il sentiero in questa zona è poco evidente a causa del calpestio bovino.

Seguendo le indicazioni si prosegue su dossi erbosi e ampie praterie di alta quota fino a immettersi dopo breve tratto ripido nella valletta che conduce in una conca sotto al passo di Scatta Minoia. Qui l’ambiente diventa una pietraia continua e con un ultimo tratto a mezza costa si raggiunge il passo e il bivacco Ettore Conti, appena ristrutturato e sistemato.

Arrivati alla Scatta Minoia, tempo permettendo, potremo goderci il bellissimo panorama, che spazia dalla Valle del Devero ad ovest e sulle cime della Val Formazza ad est.

Tornando sui nostri passi per circa un’ ora, raggiungiamo nuovamente l’Alpe Forno superiore dove, lasciando il sentiero di salita e svoltando a sinistra, ci incamminiamo verso Alpe della Valle. Ora si cammina in piano in mezzo a praterie costellate da pozze d’acqua e mandrie bovine al pascolo.

Questo è uno dei tratti più belli dell’escursione, in costa, con una bellissima vista sul sottostante lago e tutte le splendide cime che lo circondano.

La discesa dall’ Alpe della Valle ci riporta al piccolo e bellissimo nucleo abitativo di Crampiolo e in circa 20 minuti all’Alpe Devero, questa volta passando attraverso la variante estiva del sentiero. Poco dopo la fontana che si trova all’ingresso dell’alpe, si incontra sulla destra l’antico sentiero, unico percorso pedonale in auge prima della costruzione della strada, che conduce a Goglio.

  • Ritrovo e partenza ore: piazzale a lato via Foresio ore 6.30
  • Viaggio:in autobus
  • Quote partecipazione: soci € 22, non soci € 30 + navetta € 3.50
  • Difficoltà:E
  • Dislivello: Sal-Disc. 969 mt. – 1466 mt.
  • Tempo di percorrenza: Sal-Disc. ore 4 – 3.30
  • Informazioni e iscrizioni presso: Maurizio Ingallina - Edoardo Verrengia
  • Attrezzatura e abbigliamento: Da escursionismo in ambiente di media  montagna adatto alla stagione, bastoncini suggeriti, occhiali da sole e cappellino.

devero1

devero2

 Contatto : Maurizio Ingallina, Edoardo Verrengia

Escursionismo