Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 19 GITA Bec d’Ovaga o Res 1630 m, da Casavei (Varallo S.)

Giovedì, 13 Giugno 2019, 0:00

 

 

 


 

19a GITA – Giovedì 13 giugno

Bec d’Ovaga o Res 1630 m, da Casavei (Varallo S.)

Ritrovo: cimitero di Azzate ore 6.45, partenza ore 7

Mezzo di trasporto: Auto proprie

Difficoltà: E

Tipologia: AR

Dislivello: salita e discesa 820 m

Tempo di percorrenza: 5.30 ore

Equipaggiamento: di media montagna, scarponi, necessari i bastoncini

Accompagnatori: Valter Castoldi - Patrizia Fumagalli

Quota: Soci € 13.00; non Soci € 22.00.

Percorso stradale: Varese - Vergiate – A26 – Uscita a Romagnano Sesia – seguire indicazioni  per Varallo. Nei pressi di  Quarona, prima di attraversare il lungo ponte sul Fiume Sesia, e dopo il distributore  Keropetrol, svoltare a sinistra per Crevola e Parone. A Crevola svoltare a sinistra per Parone, poi a destra per Alpe Casavei, dove si parcheggia con attenzione  a fine strada.

Nota: dalla vetta in una bella giornata il panorama è eccezionale, su tutta la Valsesia e sul versante est del Monte Rosa, nonché su Alphubel, Stralhorn, e lontano anche sul Leone, l'Adamello, i laghi d'Orta, Maggiore e Varese.

Descrizione itinerario escursione:  da Casavei, si lascia sulla sinistra una sterrata a traffico limitato che porta direttamente all’Alpe Campo (che percorreremo per un tratto più avanti) e sulla destra il sentiero 604, per imboccare quello con segnavia 605 che si addentra nel bosco costeggiando prima un prato che, particolarmente in primavera, offre alla vista un tripudio di fiori e colori. Oltrepassato il Rio Casavei, nei pressi dell’Alpe Sella del Taglione (986 m), incontriamo la carrozzabile per l’Alpe Campo e da lì raggiungiamo comodamente prima due vecchie e caratteristiche casere, ormai in disuso, poi la costruzione ristrutturata recentemente dell’Alpe Campo (1070 m). Nei pressi della casa si può notare un particolare cartello che indica la zona di pascolo di un animale mitologico delle Alpi, il Dahu. Si riprende  il sentiero nel bosco che passa prima dai ruderi dell’Alpe Volpera (1130 m) per arrivare al Rio del Campo preceduto da alcuni gradini scolpiti nella pietra per facilitare la risalita. Dopo un altro breve tratto di sentiero, si raggiunge in una ventina di minuti l’Alpe del Pastore (1222 m) dove possiamo osservare dei tavoli in pietra, uno dei quali porta incisa la data del 1880, una fontana e una cappelletta votiva. Si risale ancora nel bosco che man mano diventa sempre più rado, attraversiamo il Torrente Reale e raggiungiamo un poggio panoramico che permette una vista, in particolare, sulla parte inferiore della valle. Ancora un centinaio di metri di dislivello e raggiungiamo il rifugio Spanna-Osella preceduto da una cappelletta (1600 m) oltre la quale prosegue il sentiero che in pochi metri di dislivello ci porta in cima al Bec d’Ovaga (1630 m). Qui è posta una croce metallica  e due pannelli che illustrano il panorama verso nord-est e verso ovest.

 

Seniores