Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 31 GITA – Monte Cazzola (Devero)

Giovedì, 12 Settembre 2019, 0:00

 

 

 


 

31a GITA – Giovedì 12 Settembre

Monte Cazzola (Devero)

Ritrovo: Cimitero di Azzate ore 6.45; partenza ore 7.00.

Mezzo di trasporto: Auto proprie.

Difficoltà: E

Tempo di percorrenza: Salita e discesa ore 5.00.

Dislivello: salita e discesa 850 m.

Tipo d’escursione: Anello.

Equipaggiamento: Di media montagna, scarponi, consigliati i bastoncini.

Notizie di interesse generale: Lunghezza del percorso km 11,6.

Accompagnatori: Zambon Bellarmino – Parnigoni Annamaria

Quote: Soci 20.00 €; non Soci 29.00 €

Percorso Stradale: Azzate – Vergiate - autostrada A26 sino a Gravellona Toce-Statale del Sempione fino uscita Crodo e seguire per Baceno/Val Formazza. Raggiunta Baceno prendere a sinistra la strada comunale che porta al parcheggio di Devero (parcheggio a pagamento 5.00 €).

Descrizione itinerario escursione: Dall’inizio della Piana del Devero si devia a sinistra verso un ponte che si attraversa arrivando al piccolo villaggio di Piedemonte. All’inizio di quest’ultimo si trovano i cartelli per l’alpe Misanco-Monte Cazzola che ci indirizzano a sinistra ad attraversare un altro ponte. Si inizia a salire con pendenza moderata nel bosco seguendo a breve distanza il corso del Rio Buscagna, si compiono alcuni tornanti allontanandosi dal corso d’acqua e superato un altro ponticello il sentiero ora un po’ più ripido ci porta a raggiungere in breve tempo l’Alpe Misanco. Dall’Alpe si svolta leggermente a sinistra e si continua a salire un pendio più erto in un valloncello al cui termine si trova un’ampia e panoramica spalla, da qui la pendenza diminuisce e una volta giunti a poca distanza dall’arrivo degli impianti sciistici che salgono alla nostra sinistra dal Devero si devia leggermente a destra su un’ampia dorsale verso un’evidente tozza cima che si raggiunge con un tratto di salita più faticosa, ed appena oltre si vede la croce di vetta che si raggiunge in pochi minuti. Dalla vetta la vista spazia su tutta la conca del Devero dal vicino Cervandone, alla Rossa al Crampiolo e, più lontano il lago del Devero, verso sud le montagne della bassa val Formazza mentre a ovest troviamo il Cistella, il Diei e l’ampia insellatura del colle di Ciamporino dove arrivano gli impianti sciistici di San Domenico. Dalla vetta si scende verso Nord costeggiando un laghetto per poi deviare a destra  e perdendo quota si giunge ad un paio di graziose casette, il Curt di Vel, il sentiero ampio ed evidente porta ad un bivio con palina. Si trascura la deviazione a destra per l’Alpe Misanco e si piega a sinistra per il lago Nero costeggiandolo sul lato rivolto verso la val Buscagna, quindi un sentiero taglia i vecchi depositi morenici ormai colonizzati dal bosco e raggiunge le ampie praterie della val Buscagna. Si attraversa il Torrente Buscagna sul ponticello di legno e ci si immette nel sentiero H99 della traversata Veglia-Devero. Percorrendo la sponda sinistra si raggiunge sempre in piano Buscagna, alpeggio ristrutturato dal Parco Veglia Devero ed utilizzato nei mesi estivi. Da qui si inizia a scendere rapidamente fino a raggiungere il nucleo di baite di Pedemonte, ritornando quindi al punto di partenza.

 

Seniores