Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 36 GITA – Cassano Valcuvia – Monte San Martino

Giovedì, 17 Ottobre 2019, 0:00

 

 

 


 

36a GITA – Giovedì 17 ottobre

Cassano Valcuvia – Monte San Martino

Ritrovo: Cimitero Belforte ore 7.45; partenza ore 8.00.

Mezzo di trasporto: Auto proprie.

Difficoltà: E

Tempo di percorrenza: Totale ore 5.00.

Dislivello: Salita e discesa m 880.

Tipo d’escursione: Anello.

Equipaggiamento: Di media montagna, scarponi, consigliati i bastoncini.

Accompagnatori: Bortolussi Claudio – Prevosti Alberto.

Quote: Soci 5.00 €; non Soci 14.00 €

Percorso Stradale: Varese (Cimitero di Belforte) – Ganna – Ghirla – Cunardo - Grantola - Alla rotonda prendi la 3a uscita e prendi Via Provinciale SS394 – Cassano Valcuvia – Parcheggio presso piazza IV Novembre, davanti al Munìcipio.

Descrizione itinerario escursione: Dal parcheggio presso piazza lV Novembre, davanti al Municipio di Cassano Valcuvia attraversando il Parco Ten. Marco Giani entriamo nel centro storico del paese e, seguendo la segnaletica, ci dirigiamo verso il parcheggio di Via Pasubio posto all'estremità sud occidentale del centro abitato. Imbocchiamo una stretta strada sterrata che dopo 200 m. circa incrocia la strada militare lastricata, la percorriamo salendo fino alla località Bùs e Bocc, riconoscibile dalla presenza di una radura pianeggiante a quota 370 m. Attraversiamo la radura e incontriamo i primi manufatti della Linea Cadorna: gallerie, trincee osservatori e postazioni di tiro per poi ammirare una veduta panoramica dall'alto del centro di Cassano Valcuvia e della collina di San Giuseppe. Seguendo il percorso giungiamo in località Visighee, dove si trovano altre fortificazioni, distribuite su una vasta area dì 54.900 mq di particolare interesse sia per la considerevole estensione che per la varietà della tipologia dei manufatti; saliamo la scalinata che porta ad una postazione per bombarda e ai camminamenti alti, percorrendo i quali giungiamo ad una pista forestale che ci accingiamo a percorrere per circa 2 km. Alla fine di questo tragitto, in cui vengono a perdersi le tracce del sistema di fortificazione, giungiamo allo sperone del Sass Cadrega, che troviamo alla nostra sinistra in alto: un masso dalla particolare forma che ricorda una sedia. Qui imbocchiamo il sentiero che ci porta dapprima alle postazioni per armi automatiche e poi, attraverso un sistema di camminamenti, al sistema fortificato di Vallalta, costruito in prossimità della strada militare Mesenzana-San Martino. Durante la sosta per osservare la cisterna, la cui acqua era destinata all'abbeveraggio degli animali, si prosegue per la strada militare salendo verso San Martino in culmine. Dopo aver percorso circa 300 m, sulla nostra sinistra troviamo la ex caserma Cadorra 831 m.; ci soffermiamo per una breve visita del perimetro esterno della caserma, denominata Villa S. Giuseppe. Tornando sui nostri passi abbandoniamo la strada militare per imboccare, piegando verso sinistra, la mulattiera. A metà strada incontriamo un osservatorio in caverna, il cui accesso avviene tramite un condotto verticale munito di gradini alla marinara (non agibili) che dà accesso ad un piccolo sistema di camere; proseguiamo la salita verso la sommità del San Martino dove ci fermiamo a visitare l'osservatorio sottostante il rifugio, che attraversa la vetta del monte da parte a parte. In vetta, in prossimità della chiesetta sostiamo per il pranzo. Per il ritorno imbocchiamo la strada tornando in Vallalta per poi prendere, in direzione Mesenzana, la strada militare; seguendo le indicazioni, rientriamo a Cassano Valcuvia, passando per la località Cà di Rocco per arrivare poi al parcheggio di partenza.

 

 

Seniores