Calendario attività

  Scarica il file iCal

 

Category Image

 Punta San Matteo, mt. 3678 dal rif. Berni

Sabato, 26 Giugno 2021  8:00

 Luogo Santa Caterina Valfurva - SO

 

 


 

Escursione di due giorni: 26 e 27 giugno.

Descrizione itinerario (interamente tratto da Vienormali.it):

Dal Rif. Berni scendere per ponticello ai prati sottostanti e seguire le indicazioni per il San Matteo. Invero si hanno due possibilità di accesso:
1) si attraversano i prati in direzione del vecchio rifugio abbandonato e si segue il sentiero che sale ad un dosso, lo valica e riscende nel vallone di accesso al ghiacciaio (in tal caso si deve prima salire e poi scendere un dislivello di un centinaio di metri)
2) oppure si segue il sentiero sulla sinistra che fornisce l'accesso al Pizzo Tresero, passando per il ponte dell'Amicizia e, senza passare il ponte, seguire il sentierino o campi innevati che risalgono il vallone sulla sinistra orografica del torrente e portano a ricongiungersi al sentierino che scende dal dosso (in tal caso si evita di salire e poi ridiscendere il dosso).

Raggiunto il vallone di accesso al ghiacciaio si risale il ripido pendio morenico sulla destra che conduce alla dorsale morenica e poi verso sinistra ai pianeggianti campi innevati di accesso alla fronte del ghiacciaio di Dosegù. Si attraversa la zona quasi pianeggiante e si risale un primo pendio che porta ad un'altro pianoro sotto la seraccata del ghiacciaio. Se le condizioni lo permettono si può risalire la seraccata sulla sinistra per pendio non troppoo ripido (35-40°) ma non troppo lungo, con qualche crepaccio ben coperto ad inizio stagione e si accede al pianoro superiore. Altrimenti si risale il ripido (40°, ghiaccio vivo a stagione inoltrata) e più lungo pendio a destra della seraccata, con un ampio arco da destra a sinistra e si raggiunge il pianoro. Si prosegue attraverso il pianoro risalendo un altro breve pendio, un terzo pianoro ed un altro pendio, passando sotto il Monte Mantello, fino a raggiungere il pendio finale che porta all'evidente sella nevosa compresa fra la cima a destra e una punta rocciosa a sinistra.

Raggiunta la sella si segue verso destra la cresta per qualche decina di metri fino alla base del ripido pendio-canale di una ventina di metri a destra di un gendarme roccioso. Lo si risale (45°) raggiungendo un forcellino, si risale un basso gradino roccioso (se senza neve) e si segue la larga cresta di neve fino ad una selletta. Da qui si sale direttamente il ripido pendio a destra del seracco pensile (40-45°, ghiaccio vivo a stagione inoltrata) da cui si esce sulla cresta NE, seguendo la quale per pochi metri si raggiunge la grande croce di vetta.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Bellissima salita in ambiente glaciale con grandioso panorama verso le altre 13 cime e il ghiacciaio dei Forni.

 ATTENZIONE: ISCRIZIONI ANTICIPATE AI GIORNI 8,11 e 15 GIUGNO, SI ACCOLGONO CON VERSAMENTO DI CAPARRA DI 50€

  • Ritrovo e partenza ore: piazzale a lato di via Foresio ore 8.00
  • Viaggio: in definizione
  • Quote partecipazione: soci € MP. Rifugio 50€, viaggio in definizione
  • Difficoltà: A-G -PD
  • Dislivello: Sal-Disc. 1° giorno 822, 2°giorno 1118 mt.
  • Tempo di percorrenza: Sal-Disc.1° giorno ore 2.30 2° giorno ore 4.00 - 4.30 ca
  • Informazioni e iscrizioni: in sede presso: Gianni Tavernelli
  • Attrezzatura e abbigliamento: Alpinistica da alta quota, imbrago, piccozza, ramponi, cordino da ghiacciaio, 2/3 cordini, 3 moschettoni a ghiera, caschetto, occhiali da sole, crema da sole. Abbigliamento adeguato alla quota. Escursione riservata ai soci

 SAN MATTEO

 Contatto : Gianni Tavernelli

Escursionismo