Calendario eventi

San Quirico (Angera)
Giovedì, 10 Marzo 2022, 08:00 - 17:00
Visite : 229

02a GITA -  10  Marzo   2022

Titolo:     Ispra -S.Quirico  (Angera)

I soci saranno ammessi alle escursioni dietro presentazione di AUTOCERTIFICAZIONE CAI  -  Green Pass  -  D.P.I.

Luogo Ritrovo:                   (Ispra (lungolago). Parcheggio è libero, senza limitazioni di disco orario

Orario:                                        Ritrovo ore 9,00 partenza ore 9,15

Mezzo di trasporto:                    Auto proprie

Difficoltà:                                  E

Tipologia:                                 Andata- Ritorno

Altezza massima:                      412 m       

Dislivello:                                  Salita e discesa 250 m.

Equipaggiamento:                       da bassa montagna , (adeguato per la stagione), scarponi, consigliati i bastoncini

Acqua :                                          NO

Tempo di percorrenza:               totale Ore 5,00

Accompagnatori:                      De Ambrogi Annibale  - Rizzi M. Chiara

Quota:                                   Soci €  0      –     Non soci + € 11.   

(1) Per ottimizzazione posti auto e trovarsi sul posto alle 8,45 si consiglia partire dal cimitero di Azzate  alle 8,30

(2) cifra indicativa € 3 da accordare con il conduttore auto

 

Percorso Stradale: Azzate – Lago di Varese – Cassinetta – Monate – Cadrezzate – Ispra (lungolago). Il posteggio sul lungolago di Ispra è libero, senza limitazioni di disco orario (a pagamento solo nel periodo estivo).

                                

Descrizione itinerario escursione: si parte dal lungolago di Ispra (200 m.), in direzione della località Quassa, così chiamata da 'guazza' fango, poiché un tempo la zona era paludosa. Nel 1276 Visconti e Torriani, che si contendevano la signoria di Milano, si scontrarono in una dura battaglia che, dalla località in cui si svolse, prese il nome di battaglia della Guazzera. Ora vi sorge Villa Quassa, una delle più grandi ville del Verbano, famosa per il suo parco con alberi censiti come 'Alberi Monumentali d'Italia’. Si continua all’esterno del grande parco della villa in un'area prativa che ha mantenuto caratteristiche naturali di assoluto rilievo, e per la cui tutela è stato costituito il P.L.I.S. (Parco Locale ad Interesse Sovracomunale) del Golfo della Quassa. Si torna in riva al lago per ammirare il monumento naturale del Sasso Cavallaccio, grande masso erratico, portato dal ghiacciaio che all’epoca dell’ultima glaciazione (di Würm, 75.000 – 10.000 anni fa), arrivava fin dove c’è Sesto Calende. Il masso, immerso nelle acque del lago, prende il nome dalla sua forma che ricorda la testa di un cavallo. Si raggiunge poi la località di Uponne, frazione del comune di Ranco, dove si prende l’Anello che gira attorno al Colle di San Quirico. Si procede nel bosco lungo l’Anello, che in breve si abbandona, per prendere un comodo sentiero che porta alla chiesetta di San Quirico sulla cima del Colle (412 m.). Dopo la sosta pranzo presso la chiesetta, citata in documenti del 1250, ma che secondo alcune ipotesi risalirebbe ad epoche ben più remote, si scende lungo un sentiero fino alla periferia di Angera, alle spalle della Rocca. Si riprende l’Anello di San Quirico, procedendo in mezzo ai vigneti, reimpiantati dopo più di un secolo di abbandono, dovuto ai gravi danni provocati alla viticoltura dalla fillossera, insetto parassita arrivato in Europa dall’America Settentrionale, verso la metà dell’Ottocento. Si raggiunge Uponne e si torna a Ispra lungo il percorso dell’andata.

 

Iscriviti alle newsletters

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it