Calendario eventi

Trekking – Traversata della Penisola Sorrentina
Domenica, 25 Settembre 2022, 05:30
a Sabato, 01 Ottobre 2022
Visite : 105
Contatto : Roberto Andrighetto

Premessa

Il trekking autunnale ha lo scopo di immergerci nell’ambiente e nel paesaggio di una delle aree più celebrate dal turismo internazionale, la Costiera Amalfitana. Lungo la penisola di Sorrento si sviluppa la dorsale montuosa dei Monti Lattari, attraversata anche dal Sentiero Italia: ne percorreremo alcuni tratti, nella porzione più occidentale. Le nostre tappe si svilupperanno però prevalentemente lungo la Costiera tra il mare e la base della dorsale montuosa, tra 0 e 1000 metri sul livello del mare, e ci faranno attraversare e visitare le famose località di Amalfi, Ravello, Maiori, Positano, Sorrento. Oltre ai paesi attraverseremo ambienti diversi e suggestivi: i terrazzamenti agricoli delle limonaie, la profumata macchia mediterranea, fitti boschi e gole rocciose, ma anche spiagge e scogliere e tantissimi punti panoramici da cui lo sguardo potrà estendersi lungo la costa e verso l’azzurro mare.

Il nostro non sarà comunque un semplice itinerario turistico, ma un percorso escursionistico, con alcuni tratti di sentiero esposto ed impegnativo.

Nonostante le basse quote ed i dislivelli contenuti non vanno inoltre dimenticate le difficoltà specifiche dell’ambiente in cui il percorso si sviluppa: le temperature che possono essere elevate anche nel mese di settembre e le numerose ripide scalinate, da percorrere sia in salita che in discesa, che mettono a dura prova le gambe e le ginocchia.

Descrizione itinerario

Primo giorno: da Vietri sul Mare a Maiori

Dislivello: Sal. 670 m – Disc. 940 m – Tempo di Percorrenza: 4,30 h

Viaggio in treno AV fino a Salerno.

Dalla stazione di Salerno raggiungiamo in autobus la località di Dragonea (275 m), posta sopra Vietri sul Mare. Da qui si sale fino a quota 940 m, a sfiorare la cima del monte Avvocata, per poi scendere con sentiero ripido e sassoso a Maiori, passando per il complesso monumentale del Santuario dell’Avvocata. Il sentiero attraversa un ambiente selvaggio in cui si alternano fitti boschi e magri pascoli. Passando per oliveti e limonaie, si arriva attraverso una serie di ripide scalinate a Maiori, dove si trova la spiaggia più grande della Costiera Amalfitana.

A Maiori pernottamento presso casa vacanze con trattamento di mezza pensione.

Secondo giorno: da Maiori ad Amalfi

Dislivello: Sal. 830 m – Disc. 830 m – Tempo di Percorrenza: 6 h

Da Maiori si sale per panoramiche scalinate tra piante di limoni fino alla località Torre, da cui, sempre per scalinate, si discende di nuovo al livello del mare al paese di Minori. Si attraversa il centro cittadino, passando anche per strade trafficate (SS 163), si percorre il lungomare e si riprende a salire per scalinate ripide tra piantagioni di limoni. Dopo avere raggiunto la frazione di Torello si perviene al bellissimo paese di Ravello (370 m), che attraversiamo e visitiamo. Procedendo ancora per scalinate e strade asfaltate si arriva al paese di Scala. Si continua a salire attraverso terrazze coltivate fino a raggiungere un punto panoramico a quota 525 m. Si scende quindi nella valle del torrente Canneto, che è chiamata anche valle delle Ferriere e che nel passato ospitava le molte e famose industrie di Amalfi (cartiere, mulini, pastifici, fonderie); una parte è ora tutelata da una riserva naturale. A tratti la valle è stretta e racchiusa da pareti di roccia; passata una zona con belle cascate, guadiamo il torrente Canneto e procediamo lungo una cengia rocciosa. Il sentiero si sviluppa tra la vegetazione con vari saliscendi fino a raggiungere una mulattiera che conduce a Pogerola, da cui con ampia e panoramica scalinata scendiamo ad Amalfi.

Da Amalfi prendiamo un battello di linea per rientrare a Maiori.

A Maiori pernottamento presso casa vacanze con cena libera.

Terzo giorno: da Amalfi a Agerola

Dislivello: Sal. 700 m – Disc. 100 m – Tempo di Percorrenza: 3 h

Da Maiori ritorniamo ad Amalfi in battello e visitiamo il centro cittadino.

Percorso il lungomare di Amalfi, si sale per la Salita Santa Caterina e si imbocca la via Maestra dei Villaggi, che passa per gli abitati di Lone e Vettica. Dopo un tratto di circa 300 m lungo la strada statale si sale verso la chiesa di San Michele. Arrivati alle prime case dell’abitato di Tovere procediamo a destra per una comoda scalinata fino ad arrivare alla frazione San Lazzaro sull’altipiano di Agerola (642 m). Dal belvedere di Agerola lo sguardo si estende fino ai faraglioni di Capri, mentre dal castello possiamo rimirare Amalfi ed il percorso delle prime due tappe.

Ad Agerola pernottamento presso ostello con cena libera.

Quarto giorno: da Agerola a Positano

Dislivello: Sal. 300 m – Disc. 800 m – Tempo di Percorrenza: 5 h

Da San Lazzaro (642 m) procediamo con saliscendi lungo strade asfaltate per raggiungere, dopo circa un’ora, la frazione di Bomerano (636 m).

Il sentiero che percorriamo tra Bomerano e Positano è stato denominato Sentiero degli Dei (la leggenda vuole che sia stata la strada che percorsero le divinità greche per salvare Ulisse dalle sirene che si trovavano sull'isola de Li Galli), e rappresenta uno dei percorsi più conosciuti e frequentati della Costiera Amalfitana.

Il percorso scende lungo il sentiero CAI n.27 fino alla grande grotta Biscotto e procede lungo la mulattiera che porta al Colle La Serra. La discesa è panoramica con vista sul tratto di costa fino a Punta Campanella; si passa sotto pareti rocciose strapiombanti ed accanto a guglie calcaree, quindi si risale leggermente fino a quota 550 m. Si scende attraverso un bosco fino ad arrivare a Nocelle, lungo un profondo vallone. Procedendo per scalinate si arriva alla strada asfaltata e quindi a Montepertuso, poi, sempre per scalinate e mulattiere, raggiungiamo e visitiamo Positano.

Da Positano raggiungiamo tramite trasferimento in pullman l’agriturismo di Sant’Agata dei Due Golfi presso il quale pernottiamo con trattamento di mezza pensione.

Quinto giorno: da Positano a Sant’Agata dei Due Golfi

Dislivello: Sal. 1170 m – Disc. 830 m – Tempo di Percorrenza: 6 h

Dall’agriturismo ritorniamo a Positano con un trasferimento in pullman.

A Positano si raggiunge il Rione Chiesa Nuova (200 m) attraverso una serie di rampe di scale, poi si procede per sentiero in direzione di Santa Maria del Castello e si raggiunge la cima del monte Comune (880 m). Quindi si prosegue lungo lo spoglio e panoramico crinale che precipita verso il mare, e raggiunta una sella si risale in direzione del Monte Vico Alvano (642 m). Si procede su mulattiera e sentiero in discesa verso gli abitati di Colli San Pietro e Colli di Fontanelle. L’abitato di Colli San Pietro è posto sul passo che mette in comunicazione i versanti nord e sud della penisola Sorrentina: da un lato c’è il golfo di Napoli, dall’altro il golfo di Salerno.

Procediamo alternando tratti di strada asfaltata (compresa la strada provinciale) e mulattiere e raggiungiamo l’abitato di Sant’Agata, frazione di Massa Lubrense.

Qui pernottiamo nello stesso agriturismo della notte precedente con trattamento di mezza pensione.

Sesto giorno: da Sant’Agata dei Due Golfi a Sorrento

Dislivello: Sal. 990 m – Disc. 1330 m – Tempo di Percorrenza: 7 h

La sesta tappa del nostro itinerario ci porta alla punta estrema della penisola sorrentina: si tratta di una tappa animata da numerosi saliscendi, che fanno si che il dislivello cumulato sia significativo.

Da Sant’Agata si procede in discesa verso Crapolla, con vista panoramica sul Mare delle Sirene e sugli scogli Li Galli, Vetara ed Isca. Quindi si procede lungo un sentiero che dapprima procede nella gariga, e poi affronta un tratto esposto sul precipizio. Un sentiero ripido e sconnesso ci conduce sul mare alla baia di Recommone. Da Marina del Cantone si risale e Nerano e quindi per sentiero sul Monte San Costanzo (485 m). Si procede quindi lungo il crinale in direzione di Punta Campanella, dove troviamo l’antica via Minervia (70 m), l’antica torre costiera ed un faro. Quindi ci si incammina in salita verso l’abitato di Termini (323 m) con panorama sul golfo di Napoli. Si prosegue in salita lungo via della Tore, e per strada si arriva al borgo di Schiazzano. Da qui, percorrendo prevalentemente strade asfaltate, raggiungiamo Sorrento, che attraversiamo interamente per arrivare al termine della tappa.

A Sorrento pernottamento in casa vacanze con cena libera.

Settimo giorno: Sorrento

Dedichiamo l’ultima giornata alla visita libera, senza un itinerario prestabilito, della cittadina di Sorrento, famosa per i limoni IGP.

Verso le 13 prenderemo il pullman di trasferimento che ci porterà direttamente alla stazione Centrale di Napoli. Da qui, con treno AV, torneremo a Milano e quindi a casa.

 

Note

  • La partecipazione è riservata ai Soci Cai. Il numero massimo di partecipanti è limitato a 20.
  • La quota di partecipazione include:
    • Viaggio di andata in treno da Milano a Salerno.
    • Viaggio di ritorno in treno da Napoli a Milano.
    • Trasferimenti in pulmann e battello tra le varie località, come indicati nel programma
    • Pernottamenti in camere multiple
    • Trattamento di mezza pensione per 3 notti, solo pernottamento e colazione per le altre notti
  • Il prezzo non comprende: cene dei giorni 21, 22, 27, colazione del giorno 23, tutti i pranzi e le bevande, il viaggio da Varese a Milano, eventuali ingressi a monumenti.
  • Attrezzatura e abbigliamento: adatti alla stagione e alla quota (tra 0 e 1000 mt circa). Indispensabili certificato verde (green pass), mascherina e igienizzante. Da non dimenticare: giacca a vento, occhiali da sole, crema solare, copricapo, ciabatte da bagno.

  • Ritrovo: stazione FS di Varese ore 5,30
  • Viaggio: in treno
  • Quote partecipazione: soci € 510 ca
  • Difficoltà: E/EE
  • Informazioni e iscrizioni: in sede presso Roberto Andrighetto

 

ATTENZIONE: ISCRIZIONI ANTICIPATE nelle serate di apertura del 26, 30 agosto e 2 settembre. Iscrizione dietro versamento di acconto di 200€.

 

Luogo : Vietri sul mare

 

Iscriviti alle newsletters

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it