Calendario eventi

Sentiero Attrezzato del Fiume
Domenica, 21 Aprile 2024, 06:30
Visite : 1262
Contatto : Antonella Ossola

Aggiornamento:

La partenza è anticipata alle ore 6.30.

I numerosi guadi impongono l'uso di calzature rigorosamente alte e impermeabili. Alla data del 14 aprile, i guadi possono essere effettuati senza togliere le calzature.

Partenza da Sonvico (LC) ,380 mt, frazione di Mandello del Lario. Dalla statale di Lecco verso la Valtellina si esce ad Abbadia Lariana e poi verso Mandello del Lario. Da qui per Somana e poi a Sonvico. Al bivio a dx e ci sono parcheggi. Una volta giunti in piazza della chiesa si prosegue diritti in salita e si raggiunge un primo parcheggio a sinistra e poi uno piu ampio a destra. A piedi si torna alla piazza e si segue la strada a sinistra fino al sentiero 15B.

Piacevole itinerario che percorre in salita il greto del fiume Era vicina a Mandello del Lario. L’itinerario ha difficoltà contenute. Possibilità di scendere col sentiero 15 oppure raggiungere lo Zucco di Sileggio (8 ore totali).

Abbondanti indicazioni e tabelle indicano chiaramente la direzione da seguire che, in pochi minuti, porta all'imbocco della Val Meria. Dopo circa una mezz'oretta di camminata pressoché in piano, si raggiunge il primo dei molti guadi che caratterizzeranno il nostro percorso e che ne segna il vero e proprio inizio.

 

PERCORSO ATTREZZATO

Il facile ma stupendo itinerario si sviluppa seguendo il corso del torrente, tra marmitte, cascatelle e pozze d'acqua di rara bellezza ,costringendo l'escursionista a numerosi guadi che, volente o nolente, lo porteranno a rinfrescarsi spesso i piedi, soprattutto in periodi in cui la portata d'acqua è maggiore. Dopo una serie di guadi, sempre all'ombra degli alberi, si giunge ad un attraversamento seguito da una risalita su alcuni gradini intagliati nella roccia  che possono essere scivolosi (attenzione), cui segue un primo tratto di percorso attrezzato con catena metallica sistemata per facilitare la risalita di un tratto più scivoloso e lievemente più esposto. Dopo un primo tratto in costa ,stupendamente panoramico sui giochi d'acqua del torrente ,segue un secondo tratto attrezzato, appena più esposto ,che permette di giungere al terzo tratto attrezzato ,che risale, sempre a destra (nel senso della salita) un costone che permette di risalire  un bellissimo salto d'acqua . L'esposizione in questo caso è maggiore, anche se le difficoltà intrinseche del sentiero attrezzato sono sempre modeste. La catena continua a guidare l'escursionista quasi a pelo d'acqua ,prima di affrontare un nuovo guado che porta sul lato sinistro, dove un sentiero in salita un po' più ripida di quanto finora visto permette di attraversare un boschetto, al termine del quale si incontra una cascatella di rara bellezza . Un ulteriore tratto attrezzato permette di risalire il costone  e giungere in breve alla base dell'ultima grandiosa cascata che giustamente viene considerata essere il simbolo del Sentiero del Fiume . Sulla sinistra della cascata un'ultima catena metallica  aiuta il superamento di un ultimo costone roccioso  e terroso andando a prendere un sentierino davvero ripido che, in una ventina di minuti di faticosa risalita termina sul sentiero che collega Santa Maria all'Alpe d'Era, a circa tre minuti dalla stupenda chiesuola simbolo della Valle.

DISCESA

Dall'Alpe d'Era si segue il sentiero che porta a Sonvico (segnavia n.15, ampio ed evidente, protetto con parapetti metallici), che permette all'escursionista di ammirare dall'alto il percorso fatto prima e che presenta panorami notevoli sulla Grignetta, sul percorso della traversata Alta, sulla cresta di Piancaformia e soprattutto sul Sasso Cavallo. Seguendo il sentiero in 45 min. circa si giungerà alla chiesa di Santa Maria e dopo altrettanti minuti seguendo la Via Crucis si tornerà al parcheggio a Sonvico.

CONSIDERAZIONI

Il Sentiero del Fiume non presenta difficoltà tecniche apprezzabili. Presenta alcuni tratti esposti e richiede comunque piede fermo e passo sicuro. Ideale per avvicinare al mondo dei percorsi attrezzati i neofiti ed i bambini. La vicinanza al torrente ed ai suoi giochi d' acqua unitamente al fatto che la maggior parte dell'itinerario si svolge nel fresco di un piacevole bosco ne fanno un itinerario apprezzabilissimo anche nella stagione calda, nonostante la bassa quota. In presenza di bambini o bambinoni cresciuti preventivare tempi di percorrenza molto maggiori per il piacere di lunghe pause per i giochi nell'acqua del torrente.

https://www.montagnelagodicomo.it/listings/sentiero-del-fiume-alpe-era/

  • Ritrovo e partenza ore:                      piazzale a lato di via Foresio ore 6.30
  • Viaggio:                                              in auto proprie
  • Quote partecipazione:                        soci € 15
  • Difficoltà:                                            EEA
  • Dislivello:                                            ↑↓ 500 mt. ca
  • Tempo di percorrenza:                      ↑↓ ore 2,30– 2.
  • Informazioni e iscrizioni presso:        Antonella Ossola, Barbara Grampa, Edoardo Verrengia
  • Attrezzatura e abbigliamento:            abbigliamento da media montagna adatto alla stagione, set da ferrata omologato (imbrago, sistema di dissipazione omologato, casco, guanti da ferrata), si consiglia di portare un cordino o una fettuccia chiusa ad anello e un moschettone a ghiera. Escursione riservata ai soci. Salvietta per asciugare i piedi in caso ci si bagnasse.
Luogo : da Sonvico, 380 mt. Mandello del Lario - LC

 

Iscriviti alle newsletters

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it