Calendario eventi

Lago Bianco – Lago delle Streghe (Alpe Veglia) (VCO)
Giovedì, 08 Agosto 2024
Visite : 221

24° GITA – Giovedì 8 agosto – Lago Bianco – Lago delle Streghe (Alpe Veglia) (VCO)

Ritrovo: Cimitero di Azzate ritrovo ore 7.00; partenza ore 7.15.

Mezzo di trasporto: auto private

Difficoltà: E

Dislivello: per Lago Bianco 850 m. – per Lago delle Streghe 509 m.

Altezza massima: Lago Bianco 2157 m. – Lago delle Streghe 1828 m.

Tempo di percorrenza: 6.00 / 7.00 ore.

Tipologia: A/R.   

Lunghezza percorso: 15.0 km per Lago Bianco – 12.0 km per Lago delle Streghe 

Acqua sul percorso: SI, presso il rifugio

Equipaggiamento: di media montagna, consigliati i bastoncini.

Accompagnatori: Realini Carlo Tel. 3336912617 – Zavattoni Fausto Tel. 3271897787

Quote: Soci € 22€ , non Soci € +13€ ( escluso il costo del parcheggio 3€ per auto)

Documento per espatrio: NO

Nota: La conca del Veglia è stata modellata durante l’ultima glaciazione e oggi si presenta come una vasta piana ricoperta di pascoli e da numerosi nuclei di baite, circondata da boschi di larici, dove scorre il torrente Cairasca. Sopra la piana sono presenti tre laghi di diverse dimensioni: il Lago Bianco ed il Lago delle Streghe (mete dell’escursione) ed il Lago d’Avino.

N.B. Si segnala che l’escursione fino al Lago Bianco è impegnativa sia sotto il profilo del dislivello che della lunghezza. Si invitano pertanto i partecipanti a valutare, prima dell’iscrizione, sia le proprie condizioni fisiche che il grado di preparazione atletica.

Descrizione itinerario

Percorso stradale: Azzate – Vergiate – Autostrada A26 per Gravellona Toce – Superstrada del Sempione – Domodossola – Varzo – Salita a San Domenico e discesa alla località Ponte di Campo dove c’è un ampio posteggio a pagamento (3 Euro Giornalieri).

Itinerario: Dal posteggio di Ponte di Campo (1320 m.) si attraversa il torrente Cairasca e si imbocca a destra un sentiero che, superato un agriturismo, sale a raggiungere la strada gippabile che con una serie di tornanti prende rapidamente quota fino alla cappella del Groppallo (1723 m.) e, dopo alcuni saliscendi, raggiunge l’ampia conca dell’Alpe Veglia, disseminata da diversi gruppi di baite, che rientra nel Parco Regionale del Piemonte Veglia-Devero. Dopo aver superato il punto informazioni del parco e un ponticello in pietra con stupenda vista sul Monte Leone, si prende a destra la strada sterrata che attraversa la piana e porta verso le baite di Cornù e al vicino rifugio CAI Città di Arona (1750 m.).

A questo punto del percorso un primo gruppo effettua la salita al Lago Bianco, mentre un secondo gruppo, dopo una breve sosta, prosegue per il Lago delle Streghe.

Gruppo A: salita al Lago Bianco: Sul retro del rifugio si imbocca il sentiero che sale nel bosco di larici per raggiungere un pianoro dove si abbandona il sentiero GTA e si devia a sinistra. Si riprende a salire con ripidi tornanti, si esce dal bosco e si supera una bastionata, piegando prima verso sinistra e poi verso destra. Un ultimo tratto più ripido permette di raggiungere la conca del Lago Bianco (2157 m.), il cui toponimo deriva dalla presenza di limo e sabbia biancastra sul fondo del lago, una caratteristica singolare difficilmente riscontrabile in altri laghi. Il paesaggio è meraviglioso, con alle spalle l’imponente mole del Monte Leone che si specchia nel lago e di fronte il Pizzo di Boccareccio, il Pizzo Moro e la cima di Valtendra. Per godere ancora di più della bellezza del lago è consigliabile compierne l’intero giro o salire leggermente verso il Pian d’Erbioi per una panoramica dall’alto. Dopo la sosta pranzo, il ritorno è per lo stesso percorso dell’andata, ritornando al rifugio Città di Arona e al ponticello in pietra dell’andata, per ricongiungersi al secondo gruppo e ridiscendere insieme a Ponte di Campo.

Gruppo B: giro della Piana del Veglia e Lago delle Streghe: Questo gruppo continua il giro della piana passando per le baite di Isola, Ponte e Aione per poi seguire un sentiero sulla destra che porta al magnifico Lago delle Streghe (1828 m.) dove è prevista la sosta pranzo. Per il ritorno si completa il giro della piana passando per le baite di Cianciavero e raggiungendo il ponticello in pietra dell’andata, per ricongiungersi al primo gruppo e ridiscendere insieme a Ponte di Campo.

 

Iscriviti alle newsletters

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it